Le storie sono uno degli strumenti più potenti del nostro bagaglio culturale e da quando l’uomo ha iniziato a parlare continuano a diffondere insegnamenti, ad ispirare, a motivare e coinvolgere noi  stessi come nessun altra forma di comunicazione è mai riuscita a fare. Ecco che allora questo tipo di comunicazione viene utilizzata oggi sempre più nelle pratiche aziendali e professionali, al fine di avvicinare i soggetti. Diversamente dal passato con lo Storytelling non si  mira a convincere, ma a coinvolgere raccontando la realtà attraverso veri significati. Ecco perchè i 5 punti di seguito credo siano alla base di un buon Storytelling, fatto per raccontare un’idea e suscitare emozioni che restano nella mente di chi ascolta.

storytelling 5 spunti

1. Le storie narrate devono contenere un significato ben preciso ed avere un motivo per essere raccontate. Non basta stilare una lista con dati e benefici del prodotto, ma occorre avvicinarsi ai valori personali in cui i soggetti si possano riconoscere come l’impegno, la determinazione, l’avventura, la semplicità, la libertà, per citarne alcuni. Il punto principale è suscitare una risposta emotiva a tali valori narrati da parte delle persone.

2. Lasciare alla libera interpretazione personale. Non è necessario dare una risposta precisa alla fine di una storia, è bene che ognuno trovi il proprio significato e la soluzione al  proprio problema da solo. Nei libri, nelle poesie o nelle canzoni mica viene spiegato o svelato il significato che sta dietro al messaggio, questo perchè ognuno deve essere libero di percepire a suo modo la comunicazione.

Questo genere di narrazione è molto diverso dalla classica pubblicità, quest’ultima in passato ha sempre dettato in maniera unidirezionale il modo di vedere un Brand. Oggi i clienti non sono sciocchi come in passato e non hanno bisogno di sentirsi dire che il Brand si prenderà cura di loro e che gli offrirà dei buoni prodotti.

Narrare il proprio Brand è più coinvolgente e credibile, il significato intrinseco convince di più della voce sterile del marchio che cerca di convincere stilando le semplici qualità del prodotto.

3. Il pubblico è attratto dall’identificazione. Quando si possono identificare nel significato della narrazione che riconoscono come loro, questo aiuta a sentirsi riconosciuti per quello che si è o ciò che si apprezza ed esaminare quali sono le credenze, a volte inconsce, che motivano il nostro comportamento.

La creazione di un’identità da parte di un marchio senza però un’identificazione da parte del pubblico, significa ignorare il vantaggio di una fidelizzazione concreta.

4. Lo Storytelling non produce senso sulla base di vendere il maggior numero di prodotti, ma si sviluppa sulla convinzione di base che vuole esprimere e condividere un ‘idea al fine di coinvolgere. Sarà lo stesso pubblico che diffonderà la causa se si riconosce in essa.

5. I narratori guardano sempre al futuro. Il pubblico desidera una visione proiettata al domani come segno di speranza, affinità verso i loro interlocutori con punti di vista interessanti attraverso espressioni individuali. Non basta invitare a leggere semplicemente dei messaggi, ma questi devono attrarre per come sono scritti.

I contenuti sono l’elemento più importante e sono il vero oggetto che attrae gli utenti.

Questi sono alcuni dei punti che credo abbiano un’importante rilevanza. Ma se ne conoscete altri, potete aiutarmi ad allungare la lista ?

 

Tagged with:
 

9 Responses to Storytelling: 5 spunti per una comunicazione più efficace.

  1. [...] Storytelling: Le storie sono uno degli strumenti più potenti del nostro bagaglio culturale.  [...]

  2. rosanna scrive:

    L’ #efficacia è nell’ #autenticità.
    Una parola che non ho trovato nella lista.
    Da storyteller, la aggiungo con piacere.

    • feslan scrive:

      Rosanna,
      vero è un’aspetto molto importante che non bisogna trascurare, e che forse ho dato per intrinseco senza menzionare.
      Ti ringrazio per avermelo fatto notare e per aver contribuito.

  3. [...] Le storie sono uno degli strumenti più potenti del nostro bagaglio culturale e da quando l’uomo ha iniziato a parlare continuano a diffondere insegnamenti, ad ispirare, a motivare e coinvolgere noi stessi come nessun altra forma di comunicazione è mai riuscita a fare. Ecco che allora questo tipo di comunicazione viene utilizzata oggi sempre più nelle pratiche aziendali e professionali, al fine di avvicinare i soggetti. Diversamente dal passato con lo Storytelling non si mira a convincere, ma a coinvolgere raccontando la realtà attraverso veri significati. Ecco perchè i 5 punti di seguito sono alla base di un buon Storytelling, fatto per raccontare un’idea e suscitare emozioni che restano nella mente di chi ascolta. Leggi tutto: http://www.feslan.com/storytelling-content-strategy/storytelling/  [...]

  4. [...] se soddisfatto, attraverso la distribuzione sui Social Network. Seguendo alcuni spunti per uno storytelling efficace si possono coinvolgere gli utenti in modo semplice e senza essere [...]

  5. [...] nuova Storytelling aziendale cambia gli ecosistemi delle promozioni, deriva dalle nuove tecnologie e questo cambia [...]

  6. […] nuova Storytelling aziendale cambia gli ecosistemi delle promozioni, deriva dalle nuove tecnologie e questo cambia […]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 − quattro =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>